In memoria di Vittorio Arrigoni

In memoria di Vittorio Arrigoni

a cura di Antonio Caracciolo – CiviumLibertas 15/4/2011

Non sono ancora passate 24 ore da quando ieri sera, mentre ascoltavo il tg di Mentana, ho avuto la notizia del rapimento, con la stranissima rivendicazione e ancor più strane ed assurde richieste, e da quando questa mattina mi è stata gridata dall’altra stanza la notizia della sua morte, del suo assassinio. Mai rapimento fu così rapido nel suo epilogo. Ho vissuto, forse con eguale emozione, il rapimento e la morte di Aldo Moro, che era stato mio professore all’università e con il quale avevo per questo una certa familiarità. Ma i tempi di attesa e di trepidazione per la sua morte furono allora infiniti in confronto alla rapidità con cui è stato tolto di mezzo Vittorio Arrigoni. Viene normale pensare che in realtà lo si volesse uccidere, avendolo da tempo premeditato, e che la rivendicazione e la richiesta fosse solamente un’assai malferma copertura. Tanti altri confronti si potrebbero fare e ne lascio il compito a chi si vuole esercitare………
………Ho ritrovato in questo stesso blog un Appello da me promosso in occasione del suo primo rapimento ad opera degli… israeliani! Altro che salafiti! Questi signori uccidono e colpiscono alle spalle. Sono capaci di ogni nefandezza e di ogni inganno. Per la maggior parte di noi, abituati al confronto, anche aspro, delle idee, è insopprimibile una certa dose di ingenuità, che ci fa credere che è sempre possibile parlare con l’altro e trovare un punto di intesa sulla base della comune “umanità”. Ma costoro… non sono umani!………(il testo continua sul blog di Antonio Caracciolo)
da: http://civiumlibertas.blogspot.com/2011/04/in-memoria-di-vittorio-arrigoni.html

This entry was posted in + ARCHIVIO-All Articles, Covert Operation, Palestina, Testimonianze. Bookmark the permalink.

Comments are closed.